Testimonials

Alunni, Liceo cantonale di Zofingen:

“Ho scoperto il Castoro Informatico al Liceo durante il corso d’informatica. Il test mi ha appassionato perché mi ha mostrato come l’informatica sia presente in molte attività della vita quotidiana e come favorisca il pensiero logico.”

“Il concorso è molto divertente. A divertirsi non sono solo gli smanettoni dell’informatica, ma soprattutto coloro che entrano per la prima volta in contatto con questo mondo.”

“Il test non richiede conoscenze a-priori e, allo stesso tempo, mostra quanto possano essere affascinanti i vari ambiti dell’informatica.”

Hanspeter Züst, Scuola Media di Uzwil

“Il Castoro Informatico è molto stimolante, soprattutto per le cellule cerebrali. Esso sta al cervello come l’esercizio fisico sta al corpo. Attraverso il concorso vengono sollecitate le capacità di molti alunni e alunne.”

Thomas Ehrensperger, Scuola di Menzingen

“Il Castoro Informatico mi appassiona molto perché le domande sono formulate in modo intelligente. Esse richiedono un pensiero strutturato e si distinguono dai numerosi compiti abituali legati ai corsi scolastici.”

Cornelia Freitag, Fachstelle Begabungsförderung

“I quesiti del Castoro sono interessanti (pura logica), diversi dai compiti abituali della scuola. Gli alunni si divertono a confrontarsi tra loro in una scala più ampia. Per gli insegnanti il lavoro è minimo.”

Mudi Kubba, Scuola Cantonale di Zugo

“Cerco sempre di stimolare gli studenti di informatica e il concorso mi aiuta a mostrare come l’informatica abbia molto a che fare con la logica e la matematica e non necessariamente con la programmazione. Per me il concorso è come una competizione dell’intelletto, in cui bisogna allenare il proprio cervello.”

Nathalie Erni, Scuola Elementare di Stalden

“I quesiti sono molto complessi ed è utile osservare in seguito come i singoli alunni li hanno affrontati. (lettura corretta, pensiero logico, intelligenza avanzata, …)”

Albin Peterhans, Scuola di Baden

“Il Castoro Informatico porta cambiamento e suspense nella giornata scolastica. Spontaneità, logica, e capacità decisionale vengono stimolate – Bravi!. Piccoli “castori” inattesi vengono improvvisamente catapultati nella metà superiore della graduatoria.”